You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.
+39 335 284506        

Le principali stereotipie del cavallo, cosa sono e come evitarle

13-02-2019 13-02-2019
 

Le Stereotipie possono colpire il cavallo e danneggiare gravemente la sua salute

Ma di cosa stiamo parlando quando facciamo riferimento a questo termine?

Sono comportamenti ossessivi compulsivi che il cavallo ha in modo ripetitivo, non funzionale e fatti senza un motivo preciso.

Avvengono quando l’equide vive una situazione lontana dal benessere e dalla pace o comunque un periodo di forte stress che lo porta a sviluppare il disturbo comportamentale.

È fondamentale che questo genere di comportamento sia trattato e infine risolto, in quanto danneggia sempre più la salute dell’animale.

Le stereotipie, infatti, sono un indicatore molto importante che sottolineano un malessere vissuto dal cavallo.

Passiamo ora in rassegna le più diffuse, partiamo dal presupposto che generalmente si suddividono in 2 categorie:
 

  • Stereotipie orali (che coinvolgono la bocca del cavallo)

  • Stereotipie locomotorie (collegati al movimento dell’animale)
     

Ticchio d’appoggio: il cavallo inizia a mordere compulsivamente le superfici che si trova davanti, spesso si tratta del recinto, contraendo contemporaneamente i muscoli del collo e tirando verso di sé.

Questo può produrre danni alla dentatura e allo stomaco, fino a rischiare il soffocamento (se si tratta di recinti in legno e quindi frantumabili) coliche e perdita di peso.

Il ticchio aereofagico, invece, non fa riferimento alla presa di oggetti, ma solo all’assimilazione di aria e anch’esso presenta un fortissimo rischio di coliche.

Anche il movimento senza sosta è considerato una stereotipia in quanto il cavallo, dondolando senza sosta e muovendo anche collo e testa, sta implicitamente lanciando un grido d’allarme.

Si tratta di un comportamento che coinvolge i cavalli che vivono in spazi ristretti e non possono muoversi liberamente. Il peso, caricato sugli zoccoli anteriori, può esporre l’animale a tendiniti e patologie di vario tipo, sempre collegato agli arti.

Gli esperti lo definiscono anche il “ballo dell’orso”.

Un’altra causa è l’ambiente privo di stimoli (ipostimolazione e ipocinesia): l’assenza di stimoli crea nell’animale una forte condizione di stress, per questo è importante garantire al cavallo l’uscita dal paddock tutti i giorni e un’adeguata nutrizione.
Ma non tutte le cause sono attribuibili all’uomo, può anche subentrare un discorso di ereditarietà, alcuni studi dimostrano che una maggiore suscettibilità allo stress può essere causata anche geneticamente.

Rimane comunque importante garantire al cavallo un ambiente sano, donandogli tutte le attenzioni del caso e, talvolta, coccolandolo.

 




Richiedi un preventivo gratuito


Misure recinto in cm

Cancello Sì     No


Carica la foto del tuo terreno con dimensioni
Si prega di specificare nel disegno ogni eventuale esigenza.

(è possibile caricare files del tipo: txt, doc, docx, odt, pdf - Max 2MB)
Passo modulo standard: 200cm
Personalizzazioni:
Passo modulo fino a 500cm max
Soluzioni sagomate e circolari


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003 (si prega di leggere l'informativa completa) *

CAPTCHA



Dimensioni del tuo recinto (senza cancello)
Cancello Smart Fences

Dimensioni del tuo recinto (con cancello)
Cancello Smart Fences
Informativa estesa sull'uso dei cookies